mercoledì 12 maggio 2021

Indifferenza

Guardale attentamente uomo

non voltarti dalla parte opposta,

non chiudere gli occhi,

non puoi far finta di non vedere,

di non sentire, 

di non sapere.

Queste scarpine macchiate di sangue

sono prodotto della cattiveria,

dell'indifferenza, 

del "non mi tocca..."

Sono scarpine di bimba 

che più non correranno,

passeggeranno, 

andranno a scuola, 

magari cadranno durante una corsa fra bimbi...

Sono il risultato di barbaria umana,

di assurdo terrorismo 

volto a colpire chi andava a studiare

 e credeva nella giustizia e nella cultura...

Non voltarti uomo

l'indifferenza potrebbe colpirti.

Nuccia

Kabul atto terroristico 

martedì 11 maggio 2021

Giulia

 T’addormentasti tra le mie braccia

ascoltando il battito del mio cuore.

Forse ne leggesti l’amore incondizionato

e fiduciosa abbassasti le palpebre.

...E io mi persi nel tuo volto

nelle labbra socchiuse,

nel fremere delle narici,

nelle paffute gote,

nell’incarnato di pesca,

nei serici capelli...

E ti guardai e rimirai

senza stancarmi

 per tutto il tempo del tuo assopirti

tatuandomi sul cuore

quel volto di bimba 

cullata dal sonno.


IL SONNO DEI BAMBINI


Nuccia 



sabato 24 aprile 2021

Resistenza

 Rivivere ogni giorno

Esistenze uccise

Senza alcuna remora

Intense emozioni

Serpeggiano ricordi

Tempo immobile

Elemento imprescindibile 

Necessario alla democrazia

Senza incertezze celebrare

Amando libertà = Resistenza 25 Aprile 

lunedì 5 aprile 2021

La solitudine dei sopravvissuti


Improvvisa mi colpisce
la solitudine di chi resta,
di chi vive nei ricordi,
di chi non spera nel futuro.
La consapevolezza mi prende.
La guardo e
comprendo le sue spalle curve,
lo sguardo perso in chi vi fu,
i piedi trascinanti sul pavimento,
gli oggetti immobili nel tempo,
le preghiere sussurrate
compagne del dì e della notte.
Ripenso con indulgenza ai no profferiti ,
alla stanchezza che permea i suoi giorni...
allungo una mano
le carezzo il volto.
Sento sotto le dita
la pelle morbida solcata dal vissuto.
In una ruga scorre come un rio una lacrima.
L'asciugo.
Stringo in un tenero abbraccio il corpo debole,
sospiro e finalmente so .Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e spazio al chiuso

venerdì 2 aprile 2021

Quannu lu suli si cucca a Milazzo

 Quannu lu suli si cucca nto mari

 e carizza l'acqua chi li so raggi

allura s'arrussice di piaceri

comu 'nammuratu si scadda

e poi si stenni 

e lu mari è la cuperta ca lu copri .

Lu cielu è complici d'amuri

 studa la luci e accenni li stelli comu candili.

 Nuccia Tramonto a Milazzo (ME) Foto % Immagini| paesaggi, mare, natura Foto su  fotocommunity

venerdì 5 marzo 2021

Donna

 Donna

Alza il capo

Raddrizza la schiena

Asciuga le lacrime

Cura le ferite

Fai fiorire un sorriso

Trucca il volto

Indossa l’abito che ami

E protesta,

Denuncia,

Combatti,

Non sarà solo per te

Sarà esempio per altre donne

Che temono di non essere abbastanza.

Sii guerriera,

Sii coraggiosa

Amar se stessi è una battaglia da vincere.

Non permettere che ti vedano come un oggetto

Ma sii sempre soggetto operante.

Tu sei un dono di Dio 

Per accrescere e migliorare umanità.

Donna non dimenticarlo mai




mercoledì 3 marzo 2021

8 Marzo

Ma cosa festeggi se ancor si muore...

Muore la madre uccisa dalla gelosia

 la compagna che vuol andar via

la figlia che desidera esser solo se stessa...

Pensaci

 son esseri umani affamati di vita,

quella vera vissuta, 

intessuta di rispetto, gentilezza,

conquista, lavoro.

Riflettici bene

 a porre fine 

non sono  mani estranee...

no! 

Son quelle che hanno adulato, preso, 

accarezzato e dopo schiaffeggiato, ferito e ucciso.

Che vita è quelle delle donne che ancora oggi hanno  paura di chi accanto  le vive?

Anna Lanzetta: 8 marzo. La donna non chiede di essere festeggiata ma  rispettata.


mercoledì 17 febbraio 2021

Sarà festa

 Non importa festeggiare San Valentino, Carnevale o altro

sii sereno, vivi pienamente

celebra te stesso e chi ami

col rispetto,

l’accudimento,

la tenerezza,

l’accortezza,

la gentilezza,

la sollecitudine

e sarà festa ogni giorno. 

martedì 12 gennaio 2021

Tempo

 

 


Spesso mi chiedevo cosa pensasse un anziano

seduto su di una poltrona.

Le mani in grembo, gli occhi chiusi, la testa reclinata,

sorrisi che increspano fuggevolmente le labbra,

lacrime che improvvise bagnano guance scavate dall’ età…

Un giorno mi feci coraggio

lo chiesi a mia madre.

Lei stette un po' a pensare, poi mi disse…

“Mia cara penso a quando di riposare bramavo,

come una formica lavoravo

il tempo non bastava mai

perché avaro di pause.

Oggi il tempo m’avvolge

è quello passato e presente,

del futuro non sogno più.

Sono i ricordi che mi fanno compagnia

mi appagano e mi confidano

che la mia vita non è stata vana.

Consolata li rivivo nei giorni che mi sfiorano.

L'isolamento, la malattia, le difficoltà: essere anziano in Italia -  Corriere.it